Mostra 10 risultato/i

Simposio afgano

Per acquistare il libro clikka qui

Per acquistare l’ebook clikka qui

Simposio afgano

Mentre tutto il mondo puntava le sue videocamere sulla pista di decollo dell’aeroporto di Kabul, il resto degli Afghani era perlopiù altrove a fare altro: chi a gioire per la liberazione, chi a nascondersi dai nuovi padroni, chi a barcamenarsi tra vecchi lutti e nuove promesse.

Le domande che tutto il mondo ora si pone trovano in questo libro la risposta dei diretti protagonisti, raggiunti via internet attraverso un metodo basato sulla geo-localizzazione.

I Talebani sono davvero cambiati, come hanno annunciato al mondo? Come ha potuto l’esercito afgano arrendersi a loro nel giro di poche settimane? Il popolo afgano si sente ora tradito o finalmente libero? Cosa pensano davvero le donne afgane? Cosa rimane di questi 20 anni?

La società afgana coltivata sotto occupazione alla prova della storia si è dimostrata non rappresentativa del sentimento maggioritario nel paese perché segnataria del patto: diritti civili in cambio di cessione di sovranità. E’ su questo punto che i Talebani hanno fatto forza. E hanno vinto.

Protetti dall’anonimato, decine di Afghani sul campo diventano dunque i protagonisti di questo libro, idealmente disposti intorno a un tavolo, voci finalmente libere di un simposio afgano.

Michelangelo Severgnini

nasce a Crema (Italia) nel 1974 da padre lombardo e madre pugliese. Nel corso degli anni si è espresso principalmente come musicista e filmmaker.

Realizza diversi documentari indipendenti a partire dai primi anni 2000, vincitori di premi nazionali e internazionali, tra cui “Isti’mariyah – controvento tra Napoli e Baghdad” (’80, 2006) e “L’uomo con il megafono”, (’60, 2012).

Dal settembre 2018 anima il progetto “Exodus – fuga dalla Libia”.

L’ultimo suo lavoro cinematografico “L’urlo” racconta 3 anni di ricerca sulla situazione libica, con i filmati e i messaggi inviati dai migranti-schiavi in Libia e dai Libici sotto il giogo delle milizie.

Inzia a sfogliare il libro

Il decennio maledetto

Per acquistare il libro cartaceo clikka qui

Per acquistare l’ebook clikka qui

Il decennio maledetto 2011-2021. Dieci anni che hanno sconvolto il nostro mondo, il nostro spazio geografico, sociale e politico. Dalle primavere arabe al governo Monti, dalle guerre imperialiste alla Brexit. L’ascesa e la caduta di Donald Trump. Fino all’assalto al Congresso USA e al governo Draghi. Un decennio ricco di eventi, che ha impresso l’accelerata finale all’avvento della società del mercato globale. L’ultima spallata l’ha data la pandemia di Covid-19 con cui continuiamo a fare i conti. Ma i nodi venuti al pettine in questi mesi si erano andati velocemente accumulando, fino a condensarsi in quella che si configura come una “tempesta perfetta”. L’autore, con una raccolta di saggi, relazioni e articoli scritti nel corso di questi dieci anni, cerca di documentare i passaggi chiave della fase storica in cui viviamo e analizzarne le conseguenze politiche e sociali. Per stimolare il dibattito verso la costruzione di un’alternativa.

Sergio Cararo è direttore responsabile del quotidiano online “Contropiano”

Lavoratore pubblico a part time e giornalista pubblicista. È stato tra i fondatori della Rete dei Comunisti ed attualmente è membro del coordinamento nazionale di Potere al Popolo.

Ha contribuito alla pubblicazione di libri come “No/Made Italy” e “La coscienza di Cipputi” (Mediaprint); “Cuba. Orgoglio e pregiudizi” (Achab), “Palestina-lsraele, l’impossibile simmetria” (Contropiano); “Palestina. Una terra cancellata dalle mappe. Dieci domande sul sionismo” (Rinascita).   

Per sfogliare il libro

Crisi globale

Per acquistare il libro cartaceo clikka qui

Per acquistare l’ebook ebook clikka qui

Crisi globale

Crisi! Il termine è molesto e pervade la nostra quotidianità, disattivando desideri e progetti. Il suo nucleo fondante è la sovrapproduzione.

La gestione delle classi dominanti dell’ultima lunga crisi globale, almeno dagli anni settanta sino alla Covid19, è paradigmatica. Attacchi a livello planetario al salario sociale, alle condizioni di lavoro, in altri termini riduzione del potere d’acquisto e dei diritti delle classi indigenti, sono i risultati più evidenti. Al momento nulla sembra in grado di contrastare questa tendenza endemica, ma l’analisi scientifica induce a fondato ottimismo: la Storia si incaricherà di superare il modo di produzione capitalistico non appena il suo procedere materiale sarà portato a maturazione.

Gli autori:

Carla Filosa (1942), filosofa, redattrice della rivista “la Contraddizione” dal 1987 al 2015. Autrice di monografie e articoli pubblicati su varie riviste marxiste. Ha tenuto seminari presso la facoltà di Economia alla Sapienza di Roma e tuttora presso l’università popolare A. Gramsci.

Gianfranco Pala (1940), già docente di Economia politica e Economia matematica presso la Sapienza, Università di Roma, attraverso l’Associazione marxista Contraddizione, e la rivista da essa proveniente e diffusa, ha trattato il nucleo principale dell’intera analisi marxista. È autore di articoli e monografie pubblicati anche a livello internazionale, disponibili al sito http://gianfrancopala.altervista.org/

Francesco Schettino (1978), docente di Economia politica presso l’università della Campania L.Vanvitelli. Fondatore e docente della Università popolare A.Gramsci e consulente per la Banca Mondiale. I suoi articoli e monografie vengono pubblicati in Italia e all’estero. Già redattore della Contraddizione, è oggi coordinatore europeo della RICDP (rete internazionale per lo studio del debito pubblico)

Per sfogliare il libro

Emergenza Covid

Per acquistare il libro cartaceo clicca qui

Per sfogliare il testo e acquistare l’e-book clicca qui

Il green pass all’”italiana” ha introdotto surrettiziamente l’obbligo vaccinale per tutti impedendo, comunque, ad essi, firmando il “consenso informato”, di rivalersi sullo Stato per danni biologici anche gravi prodotti dai vaccini.
Si perpetua così una gestione dell’emergenza, finalizzata ad ottenere una “immunità di gregge” (impossibile ad ottenersi con questi vaccini e questo virus), che ha già prodotto, ufficialmente, 128.000 morti. Si prospetta, così, un futuro costellato da innumerevoli vittime, continue “dosi di richiamo”, lockdown e vessatorie, quanto inutili, restrizioni.
In questa nuova edizione del libro, aggiornata all’agosto 2021, l’analisi degli errori di una gestione dell’emergenza che – anche continuando a negare l’utilizzo di pur efficaci cure – sta perpetuando il collasso della medicina territoriale (con innumerevoli malati che oggi non possono curarsi), una diffusa miseria, una censura pressoché totale, un ferreo regime assolutamente incompatibile con i valori della Costituzione e del nostro vivere sociale.

Servire Dio e Mammona

Per acquista il libro cartaceo clicca qui

Per acquistare l’ebook clicca qui

Servire Dio e Mammona di Leo Essem

Gli speculatori finanziari si arricchiscono mentre dormono. Realizzano un profitto ingiusto vendendo una cosa che non appartiene a loro, il tempo, che appartiene solo a Dio. Mammona designa la ricchezza degradante e ingiusta, soprattutto quando assume la forma del Denaro. Nessuno può servire due padroni. Non potete servire Dio e Mammona. Il Denaro è ricchezza e maledizione, sostanza e accidente, oggetto di desiderio e strumento di potere, bene rifugio e impalpabile bit.

Leo Essen

Leo Essen ha studiato all’università di Bologna con Gianfranco Bonola e Manlio Iofrida. È autore di Come si ruba una tesi di laurea (K Inc, 1997) e Quattro racconti al dottor Cacciatutto (Emir, 2000). Ha collaborato con RKC di Bologna, di cui è stato vicepresidente e redattore delle trasmissioni Sorpasso in curva (sport) e il Pastone. È tra i fondatori delle riviste Il Gigio e Da Panico. Scrive su Contropiano e L’Antidiplomatico.

Fake news: guida per smascherarle

Fake news: guida per smascherarle di Francesco Santoianni. Un libro unico in Italia!

Come acquistare l’e-book

Come acquistare il libro cartaceo

Linkografia del libro (e quiz per testare la vostra capacità di identificare le news)

Fake news (o bufale): tutti le condannano, ma nessuno vi spiega come smascherarle. Lo fa questa guida, una assoluta novità per l’Italia, nata nell’ambito di “ScuolaBastabufale”, un gruppo di lavoro per una didattica sulle fake news, soprattutto quelle diffuse da TV e giornali.

Nella prima parte: come smascherare fotomontaggi, video messinscena, false testimonianze… che, da anni, blasonati giornali e TV ci rifilano, quasi sempre per fare accettare guerre e governi.

Nella seconda parte: l’analisi del racconto di molte fake news, spesso caratterizzate da una assoluta illogicità. Come “i bambini con le mani tagliate dai tedeschi”, l’“album fotografico dei giustiziati in Siria”, gli “avvelenamenti ordinati da Putin”, sbalorditivi “crimini nella Corea del Nord”…

Nella terza parte: l’analisi della disinformazione. False flags per imporre guerre e “rivoluzioni colorate”, travisamento della Storia, washing mediatico; utilizzo di “complottisti”, trolls e allocchi sulla Rete, l’affidabilità degli “esperti” e dei “debunkers”…

Nella quarta parte: ingegneria sociale. Armi di Distrazione di Massa, ideologie inventate a tavolino, rivoluzioni colorate, Shadownet, story telling… per farvi combattere il “Male” in nome del Peggio

Nella quinta parte: Cambiare il Passato. Da Lorenzo Valla a Spinoza; archeologi e storici al soldo del Potere.

In appendice: COVID come le fake news hanno trasformato una emergenza sanitaria in una catastrofe

Una guida ricca di illustrazioni, case studies, quiz, link di approfondimento…  per attivisti No-War, studenti, insegnanti… e anche per onesti giornalisti.

Francesco Santoianni (www.francescosantoianni.it) ha pubblicato, oltre a thriller, molti saggi tra i quali: “Topi”, “Disastri”, “Le fabbriche della paura”, “Armi batteriologiche L’ultima epidemia”, “Disaster management”, Vesuvio file… e (in collaborazione con Giulio Tarro) “Covid: il virus della paura” e “Emergenza Covid”)

Smaschera da anni (700 articoli) fake news su www.lantidiplomatico.it

Sfoglia il libro (versione parziale)

Partecipa al quiz sulle fake news per misurare la tua abilità nello smascherarle

Falsi storici

Falsi storici Chi ha scatenato la Seconda guerra mondiale? a cura di Fabrizio Poggi; Prefazione di Andre Vltchek

Per acquistare il libro cliccate qui

Per acquistare l’e-book cliccate qui

Nel 2020 gli ex “alleati” celebrano il 75° anniversario della fine del nazismo, costata venticinque milioni di morti all’Unione Sovietica, appropriandosi di una vittoria alla quale avevano contribuito in misura del tutto marginale e accusando l’Unione Sovietica di essere stata corresponsabile, insieme alla Germania, dello scoppio della guerra. E tutto questo mentre il Parlamento europeo, con la risoluzione “Importanza della memoria europea per il futuro dell’Europa”, vieta “le ideologie comuniste e naziste”.

Anche per rispondere a questo attacco, questo libro che, tra l’altro, riporta (per la prima volta in italiano) l’opuscolo “Fal’sifikatory istorii. Istoričeskaja spravka” (“Falsificatori della storia. Informazione storica”), pubblicato nel 1948 dal Informbjuro del Governo sovietico, per smentire le affermazioni anglo-americane circa il presunto connubio Berlino-Mosca ai danni delle democrazie occidentali, di un “patto segreto tra URSS e Germania nazista per spartirsi tutta l’Europa orientale”.

Fabrizio Poggi

Laureato in Scienze politiche all’Università di Firenze, tra il 1987 e il 1989 ha studiato russo all’Istituto di Lingua russa “Puškin” e presso l’Istituto di Economia “Plekhanov”, a Mosca, collaborando con la redazione in lingua italiana del settimanale “Novoe Vremja” (“Tempi nuovi”). Tra il 1990 e il 1996 ha lavorato prima alla redazione in lingua italiana di Radio Mosca, collaborando poi dalla capitale russa con la redazione locale de “il manifesto” e scrivendo per i settimanali “Avvenimenti” e “Liberazione”. Dal 1996 al 1999, bracciante agricolo; quindi, fino al 2014, addetto stampa presso un Comune della provincia di Firenze. Collabora oggi con L’Antidiplomatico, Contropiano e con la rivista Nuova Unità.

Inizia a leggere

Recensioni

Recensione su Contropiano

Recensione su L’Antidiplomatico

Recensione su L’Antidiplomatico

Memorandum

Memorandum: una moderna tragedia greca di Antonio di Siena Prefazione di Carlo Formenti, postfazione di Leonidas Vatikiotis

Per acquistare il libro clicca qui

Per acquistare l’e-book clicca qui

Una guida non convenzionale lungo le strade della Grecia, fra miseria e marginalità, alla scoperta di una catastrofe socio-economica mai raccontata a sufficienza.
Come un’antica tragedia classica, Memorandum ripercorre una piccola parte della sofferenza, le lacrime, il sudore e il sangue versati dal popolo greco in nome dell’austerità. Quindici episodi, un prologo, un esodo.
Il viaggio dentro un dramma nazionale, molto più vicino a noi italiani di quanto si possa pensare. Nello spazio e nel tempo che ci aspetta.

Antonio di Siena

(Bari,1982), avvocato di professione, blogger per passione. Scrive di politica, economia e geopolitica. Dal 2019 collabora con L’AntiDiplomatico, giornale per il quale cura la rubrica Il DiSsenziente.”

Sfoglia il libro

Per acquistare l’e-book clikka qui

Cina popolare

Per acquistare il libro clicca qui

Per acquistare l’e-book clicca qui

Cina popolare – Origini e percorsi del socialismo con caratteristiche cinesi di Diego Bertozzi Prefazione di Vladimiro Giacché

Negli ultimi trent’anni la dicotomia tra capitale fittizio e capitale industriale è stata ben rappresentata dal conflitto Usa-Cina. L’Europa ha creduto che la distruzione del sistema del «salario sociale globale», costruito nel dopoguerra, gli avrebbe permesso di giocare in questo conflitto un ruolo decisivo. La storia recente ha mostrato che questa scelta era sbagliata, e che la Cina, ispirandosi proprio al modello italiano, costruito nella Prima repubblica e abbandonato nel 1992, ha potuto conquistare posizioni a danno proprio degli occidentali. In questo nuovo scenario il Mediterraneo conquista la sua antica centralità nel commercio globale. Nuove vie si aprono per l’Italia, nuove possibilità sono offerte ad una diplomazia, anche economica, che abbia il coraggio di volgere lo sguardo ad Oriente, come nel XIII secolo, quando le repubbliche marinare dominavano il commercio mondiale.

“Un libro che abbraccia l’intero arco temporale che va dalle guerre dell’oppio ad oggi. Questo è importante perché conferisce alle vicende narrate la necessaria profondità storica. Necessaria innanzitutto perché, se inquadrata in un orizzonte plurisecolare, anche la straordinaria crescita della Cina degli ultimi decenni può venire intesa per quello che realmente è: la traiettoria grazie alla quale una delle aree da millenni più civilizzate del mondo si riprende il posto nell’economia mondiale che occupava prima che il colonialismo inglese la umiliasse, facendo regredire il suo contributo al prodotto interno lordo mondiale   in meno di un secolo   da oltre il 30 per cento del totale a meno del 5 per cento”. (dalla prefazione di V. Giacché)

Diego Bertozzi

Recensioni

su L’Antidipolomatico

Piano contro mercato

Piano contro mercato- Per un salario sociale di classe di Pasquale Cicalese; Prefazione di Guido Salerno Aletta; Postfazione di Vladimiro Giacchè

Per acquistare il libro cliccate qui

Per acquistare l’ebook clikkate qui

Negli ultimi trent’anni la dicotomia tra capitale fittizio e capitale industriale è stata ben rappresentata dal conflitto Usa-Cina. L’Europa ha creduto che la distruzione del sistema del «salario sociale globale», costruito nel dopoguerra, gli avrebbe permesso di giocare in questo conflitto un ruolo decisivo. La storia recente ha mostrato che questa scelta era sbagliata, e che la Cina, ispirandosi proprio al modello italiano, costruito nella Prima repubblica e abbandonato nel 1992, ha potuto conquistare posizioni a danno proprio degli occidentali. In questo nuovo scenario il Mediterraneo conquista la sua antica centralità nel commercio globale. Nuove vie si aprono per l’Italia, nuove possibilità sono offerte ad una diplomazia, anche economica, che abbia il coraggio di volgere lo sguardo ad Oriente, come nel XIII secolo, quando le repubbliche marinare dominavano il commercio mondiale.

Pasquale Cicalese

Pasquale Cicalese è nato a Crotone nel 1970, è sposato con Stefania Maisto e ha due figli. Laureato a Bologna in Scienze Politiche, è funzionario alla Regione Calabria. Ha collaborato con La contraddizione e Marx21. Attualmente scrive su Contropiano e L’AntidiDlomatico.

Sfoglia il libro

Recensioni

Recensione su Contropiano

Recensione su L’Antidiplomatico

Recensione su L’Antidiplomatico

Per acquistare l’e-book clikkate qui